L’ultimo post del 2016

Buongiorno a tutte e tutti!

Come di certo sapranno coloro che mi seguono da un po’, gli ultimi giorni dell’anno sono per me molto intensi perché li dedico a fare il punto circa quanto fatto nel corso dell’anno.

E’ stato un periodo intensissimo, ho dato il via a molte attività e spero di continuare così, il prossimo anno.

Con l’acquisizione del diploma di professionista, l’attività di counsellor ha preso il via ed ho curato con grande piacere un intero percorso, per un team di professioniste, dedicato a far luce attorno alle dinamiche  che animano il loro gruppo di lavoro. Nel 2017 curerò poi un progetto di parent training dedicato, invece, a genitori di bambin* con disabilità.

Anche nel 2017 proseguiranno le iniziative realizzate presso lo Spazio Co-Stanza, il coworking al femminile all’interno del quale faccio parte della rete di professionist* che si occupano di fornire un aiuto integrato a tutta la famiglia. Avvierò nuovamente il laboratorio di gruppo sulla genitorialità e le regole educative. Inoltre, partiranno nuovi percorsi questa volta dedicati in modo esplicito alle donne. Percorsi per recuperare un proprio modo autentico di sentire, per far luce sulle peculiarità del femminile anche attraverso la mediazione di libri e opere (eh… so che siete curiose ma non mi dirò di più..). Percorsi all’interno dei quali sia possibile anche parlare della violenza ed aiutare ogni partecipante a comprendere quanto essa sia frutto di relazioni educative (prima) ed affettive (poi) sbagliate, non orientate al rispetto di sé e dell’altr*. Anche nei nuovi gruppi avrò quindi modo di parlare dell’argomento per me più importante, la pedagogia di genere.

15591953_10210189739813509_1315320865_n.jpg

Proprio in questo senso sono felice di comunicare a tutt* voi che, lo scorso weekend, ha avuto inizio il percorso di perfezionamento universitario, sotto la guida della Prof. Ulivieri, dal titolo “Femminicidio e violenza di genere“. Un ulteriore percorso di specializzazione per trovare nuove angolazioni visive, nuovi argomenti da declinare poi nell’attività di pedagogia e counselling che porto avanti quotidianamente.

Facendo un bilancio non posso che ritenermi (stanchissima ma) soddisfatta: la mia professione sta proseguendo e mi permette di lavorare sugli argomenti che più preferisco.

Come sempre l’attività di consulenza resta a tua disposizione: se credi di aver bisogno di me sai dove trovarmi.

Per il momento ringrazio ognun* di voi e vi do l’appuntamento ad anno nuovo!

un abbraccio!

Alessia

 

Dr.ssa Alessia Dulbecco

https://www.facebook.com/dr.ssaalessiadulbecco/?fref=ts